Chi siamo

302 Found

Found

The document has moved here.

Chi siamo

La ditta di fuochi artificiali della famiglia Pannella, nasce nei duri anni ’40, quando, Giovanni Pannella sulla sua bicicletta percorreva 60 Km di strada sterrata per recarsi sul posto di lavoro: una fabbrica di fuochi
d’ artificio.

In breve tempo la sua dedizione per il lavoro si trasforma in un vero e proprio amore e appresi i segreti di questa magica arte, decide di mettersi in proprio e nel 1947 fonda a Ponte (BN), paese natale, la ditta “Giovanni Pannella e Figli”. L’azienda cresce, si fa conoscere e arrivano per Giovanni numerosi riconoscimenti tra cui l’onorificenza da parte del Sindaco di Ponte (BN) a “Cavaliere del Lavoro”.

Ben presto Giovanni trasmette ai tre figli adolescenti, Barbato, Antonio e Donato, non solo i segreti del mestiere, ma anche il suo impegno e dedizione, ma soprattutto la passione e l’amore per l’arte pirica.

Dopo anni la storia della ditta Pannella continua, il sogno di Giovanni si è realizzato: la piccola azienda si è trasformata in una delle principali protagoniste nel panorama sannita, nonché italiano, dei fuochi artificiali.

La Pirotecnica Pannella illumina il cielo di dipinti colorati, giochi di luce, che regalano emozioni e sogni ai loro spettatori, vere e proprie opere d’arte; ma ben più arduo ed impegnativo è il loro fuoco diurno con bombe da tiro combinate e finali imperniate sulla lettura delle stesse e su un ritmo regolare ed incalzante, quasi il finale di un’ esecuzione lirica, che vuole l’impegno di tutta una grande orchestra.

E’ questo il frutto di una lunga tradizione che condensa insieme agli antichi segreti del loro lavoro, sperimentazioni e tecniche innovative al passo coi tempi, tutto però, come sempre, imperniato del loro grande e sconfinato amore per l’arte pirica.

Numerose sono le partecipazioni a importanti manifestazioni dove la famiglia Pannella ha conseguito successi, tra queste: Benevento, Solofra, Siano, Locorotondo, Turi, Trani, Molfetta, Bari, Parete, Adelfia, Recco e tantissime altre.

 

I commenti sono chiusi.